I precari storici della Città metropolitana saranno stabilizzati. Finalmente.

Il 13 dicembre, il sindaco Sala ha firmato il decreto che avvia il processo di stabilizzazione del personale precario dell’ex-provincia, come previsto dalla legge Madia. È una buona notizia che aspettavamo da tempo, speriamo che i tempi siano brevi.
Il 13 dicembre, il sindaco Giuseppe Sala ha firmato il decreto che avvierà tutte le procedure necessarie alla stabilizzazione dei trentatré storici precari della Città metropolitana. “Si tratta di una buona notizia - ha commentato Antimo De Col, il nostro segretario di comparto - attesa da tempo, soprattutto dai lavoratori e dalle lavoratrici; alcuni di loro arrivano da anni e anni di precariato.” In un primo momento, i contratti in scadenza saranno rinnovati fino al 31 dicembre 2018 poi, nel corso dell’anno, si procederà all’effettiva stabilizzazione. “Sappiamo che molto dipende dalle risorse che si renderanno disponibili con la nuova legge finanziaria - ha continuato De Col - ma altrettanto importante per il futuro dei dipendenti della Città metropolitana sarà l’approvazione del bilancio preventivo. Speriamo davvero che i tempi siano brevi, che si possa procedere spediti e senza intoppi.” Per la prima volta dopo molti anni, per i dipendenti precari quello delle feste natalizie sarà un periodo sereno e non un momento di terribile incertezza sul proprio futuro. Nel frattempo, nelle sue dichiarazioni alla stampa, la vice-sindaca Arianna Censi ha voluto ricordare quanto questi lavoratori siano essenziali per il funzionamento dell’istituzione metropolitana, “profili tecnici, vincitori di concorso, che svolgono lavori su funzioni fondamentali e che vedranno riconosciuto il loro impegno.” Dopo anni di incertezza. Finalmente.
matteo.palma | 14 dicembre 2017, 15:57
< Torna indietro